Calciatori gay? ‘Non so chi sono, ma dichiarati è meglio’, parola di Allegri

Calciatori gay? ‘Non so chi sono, ma dichiarati è meglio’, parola di Allegri
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

I calciatori gay secondo Massimo Allegri

Continuano a proliferare indiscrezioni sulla vita sessuale e affettiva dei calciatori. Gay e non, infatti, sono finiti al centro dell’attenzione dopo le parole di Alessandro Cecchi Paone, che, in occasione degli Europei di quest’anno, non si è di certo fatto mancare nulla: il giornalista ha parlato di omosessuali, bisessuali e metrosessuali, come se nulla fosse. A intervenire, dopo la confessione shock di un calciatore tedesco, è stato Massimiliano Allegri, allenatore del Milan, che avrà sicuramente preso spunto dalle dichiarazioni di Angela Merkel, per sottolineare che i calciatori gay dichiarati sarebbero sicuramente migliori di coloro che si nascondono. ‘Non ho mai saputo di giocatori omosessuali – così ha esordito durante la recente conferenza stampa a Milanello -. Credo che un conto sia la vita privata e un conto il gioco del calcio. Da parte di tanti c’è questo muro però credo si stia procedendo verso una apertura mentale migliore rispetto a tanti anni fa. Io personalmente non ho niente in contrario‘. Discreto, abbastanza incoraggiante e, senza alcun dubbio, civile: è questo il ritratto che potremmo fare oggi dell’allenatore, che non si è lasciato sopraffare dall’omofobia né dall’ipocrisia.

Allegri, infatti, ha ammesso che ci sarabbero, almeno agli inizi, non pochi problemi per i calciatori gay: chi sono, insomma, non ha importanza; ognuno di loro – questo è certo – avrà qualche piccolo inconveniente. Vediamo il resto delle dichiarazioni:

Fare outing [si dice 'coming-out', non 'outing', quando 'venir fuori' è un atto spontaneo ndr] dipende dal calciatore. La situazione è sempre difficile da gestire soprattutto dal punto di vista personale. Io credo che, come in tutte le cose, all’inizio ci potrebbero essere delle problematiche, secondo me piccole, e poi diventerebbe la normalità‘.

Parole da apprezzare, presa di posizione decisamente anticonformista e invito che – si spera – verrà accolto dai nostri calciatori italiani (non soltanto quelli della Nazionale); è pura utopia, certo, ma è solo ‘puntando alla luna che si avranno le stelle’.

Messa da parte questa bella parentesi calcistica, secondo voi, chi sono i giocatori gay di cui tanto si parla? Cecchi Paone ha inventato tutto o no?

416

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Sab 15/09/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici