Chi è Lea Cerezo, la transessuale concorrente di Ballando con le stelle

Chi è Lea Cerezo, la transessuale concorrente di Ballando con le stelle

Lea Cerezo

Chi è Lea T., conosciuta anche come Lea Cerezo, la transessuale protagonista della prossima edizione della trasmissione di Raiuno Ballando con le stelle?

  • Il sorriso di Lea Cerezo
  • La bella Lea Cerezo
  • Lea Cerezo a seno nudo
  • Lea Cerezo in bianco e nero
  • Lea Cerezo e il padre

Figlia di Toninho Cerezo, ex calciatore brasiliano della Roma, è nata il 22 marzo del 1981 a Belo Horizonte come Leandro Medeiros Cerezo. A un anno si è trasferita in Italia con il resto della famiglia, al seguito di papà Toninho, e qui ha passato l’infanzia e l’adolescenza. Dopo aver intrapreso la carriera di modello, a venticinque anni ha riconosciuto il proprio stato di transessuale, e ha dato avvio al percorso che l’ha condotta al cambio di nome e alla riattribuzione del sesso per via chirurgica.

La sua storia è nota da qualche anno, anche grazie alle numerose passerelle internazionali che ha calcato: il direttore creativo di Givenchy Riccardo Tisci ha deciso di basare la campagna invernale del 2010 su di lei. Apparsa senza veli su Vogue Francia, è stata immortalata, tra l’altro, sulla copertina dell’edizione brasiliana di Elle.

In un’intervista rilasciata qualche tempo fa a Vanity Fair ha raccontato il suo percorso di avvicinamento al cambio di sesso: “Mia madre ha cercato di dissuadermi, ma per me era arrivato il momento. Oltre alle cure ormonali, mi ero fatta il seno e altre due piccole operazioni per femminilizzare i lineamenti del viso: ho limato fronte e mento. Sono arrivata a Bangkok, mi sono messa in albergo e ho cominciato a visitare le cliniche di cui mi avevano parlato altre trans. In Thailandia l’operazione per cambiare sesso è una specie di attrattiva turistica“.

Prima dell’intervento, tuttavia, Lea ha avuto attacchi di panico, spaventata da quel che le sarebbe successo di lì a poco. “Poi mi sono detta: o adesso o mai più. Mia madre e mia zia mi hanno raggiunto e siamo andate in clinica. La mattina, su una sedia a rotelle, mi portano verso la sala operatoria. Penso che è una nuova nascita, ma anche che quello è il corridoio della morte. Mi passano davanti le immagini della mia infanzia e giovinezza, quando ero solo Leandro, e poi questi miei faticosi, tormentati anni da trans. Penso che è tutto finito, ma che non so che cosa mi aspetta“. Al risveglio, invece, tutto è andato per il verso giusto.

Negli ultimi mesi Lea è diventata molto famosa anche in Italia, soprattutto dopo essere stata intervistata da Daria Bignardi alle Invasioni barbariche, su La7. La chiamata di Milly Carlucci su Raiuno rappresenta, per lei, la definitiva consacrazione mediatica, dinanzi a un pubblico di milioni di telespettatori.

461

Segui Gay Wave

Mar 17/09/2013 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici