La Divina Commedia da vietare perchè è omofoba

La Divina Commedia da vietare perchè è omofoba

Divina Comedia sotto accusa

Vietare la Divina Commedia? Avete capito bene cari ragazzi! Il testo più conosciuto e studiato nelle scuole, potrebbe essere vietato, o comunque messo seriamente in discussione, a causa dei suoi contenuti omofobi, razzisti, islamofobici e antisemiti. Insomma, a quanto sembra l’opera realizzata dal celebre poeta e scrittore Dante Alighieri avrebbe davvero fatto storcere il naso a parecchia gente, ma come mai? A protestare contro una delle opere più famose di tutti i tempi è stata l’associazione Gherush92, un’organizzazione non governativa e no profit di ricercatori e professionisti che si occupa di diritti umani, razzismo, risoluzione dei conflitti, diritti fondamentali dell’uomo e sviluppo sostenibile.

Ebbene, proprio i membri di questa organizzazione hanno espresso il loro disappunto in merito alla famosissima opera letteraria, la Divina Commedia: “Vietate la Divina Commedia, ha contenuti antisemiti, razzisti, omofobici e contro l’Islam“, avrebbero esordito i membri dell’associazione.

I canti incriminati sarebbero per l’esattezza il XXXIV, il XXIII, il XXVIII, e il XIV. In particolare l’organizzazione si è espressa contro i passaggi dedicati al girone dei ‘Violenti contro Dio, Natura e Arte’, fra i quali compaiono anche i sodomiti, la cui sorte – come molti di voi ricorderanno – è quella di correre nel girone dell’Inferno sotto una pioggia di fuoco, condannati a non fermarsi per l’eternità.

“Non invochiamo né censure né roghi – ha spiegato nei giorni scorsi Valentina Sereni, presidente di Gherush92 – ma vorremmo che si riconoscesse, in maniera chiara e senza ambiguità che nella Commedia vi sono contenuti razzisti, islamofobici e antisemiti. L’arte non può essere al di sopra di qualsiasi giudizio critico”.

“L’arte – spiega ancora la Sereni – è fatta di forma e di contenuto e anche ammettendo che nella Commedia esistano diversi livelli di interpretazione, simbolico, metaforico, iconografico, estetico, ciò non autorizza a rimuovere il significato testuale dell’opera, il cui contenuto denigratorio è evidente e contribuisce, oggi come ieri, a diffondere false accuse costate nei secoli milioni e milioni di morti. Persecuzioni, discriminazioni, espulsioni, roghi hanno subito da parte dei cristiani, ebrei, omosessuali, mori, popoli infedeli, eretici e pagani, gli stessi che Dante colloca nei gironi dell’inferno e del purgatorio. Questo è razzismo che letture simboliche, metaforiche ed estetiche dell’opera, evidentemente, non rimuovono”.

437

Segui Gay Wave

Mar 13/03/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Positrone 14 marzo 2012 13:21

L’assurdità dell’affermazione è fuori scala. Come non tenere conto del periodo storico? L’eccessivo formalismo è una gabbia. Attenzione….

Rispondi Segnala abuso
Julie 8 giugno 2012 04:05

There has been an enormous reavivl of interest in Commedia dell’arte. And it remains a central part of many drama school courses. In Commedia dell’arte in the Twentieth Century John Rudlin first examines the orgins of this vital theatrical form and charts its recent reavivl through the work of companies like Tag, Theatre de Complicite and the influential methods of Jacques Lecoq. The second part of the book provides a unique practical guide for would-be practitioners: demonstrating how to approach the roles of Zanni, Arlecchino, Brighella, Pantalone, Dottore, and the Lovers in terms of movement, mask-work and voice. As well as offering a range of lazzi or comic business, improvisation exercises, sample monologues, and dialogues. No other book so clearly outlines the specific culture of Commedia or provides such a practical guide to its techniques. This immensely timely and useful handbook will be an essential purchase for all actors, students, and teachers.Illustrations, Introduction, Part I: The commedia dell’arte: Origins, The mask, Playing Commedia, Part II: The stock characters: The Zanni, The old men, The Lovers, Il Capitano, Colombina, Other Masks: Pedrolino, Pulcinella, Scapino, Scaramuccia, Tartaglia, Minor Masks, Part III: The twentieth century: Craig at the Arena Goldoni, Meyerhold Dappertutto , Copeau’s new improvised comedy, Charles Dullin: letters from the front, The Servant of Two Masters, The Lecoq school, Le Theatre du Soleil, The San Francisco Mime Troupe, TNT (The New Theatre), Dario Fo, Carlo Boso and Antonio Fava, Restoration or renovation?, Appendix: Making a leather mask, Notes, A selection of works on commedia dell’arte in English, Index.

Rispondi Segnala abuso
Seguici