Papa Ratzinger contro i matrimoni omosessuali, di nuovo

Papa Ratzinger contro i matrimoni omosessuali, di nuovo

Papa Ratzinger contro matrimoni gay

Nuovi attacchi contro i matrimoni gay! Ancora una volta Papa Ratzinger si schiera contro l’amore gay e contro le unioni omosessuali, e lo fa in occasione del suo incontro con i vescovi statunitensi ricevuti pochi giorni fa in udienza in Vaticano. In questa occasione il Pontefice ha innanzitutto ricordato che la convivenza, prima del matrimonio, è considerata un peccato, e che le “differenze sessuali non devono essere considerate irrilevanti per la definizione di matrimonio“.

Innanzitutto, il religioso ha parlato del principio secondo cui bisognerebbe “arrivare casti al matrimonio”, ed ha dichiarato che “è sempre più evidente che una svalutazione dell’indissolubilità del patto matrimoniale e un rifiuto generalizzato di un’etica sessuale responsabile e matura basata sulla pratica della castità, hanno dato luogo a gravi problemi sociali che producono un immenso costo umano ed economico”.

In merito ai matrimoni omosessuali, contro i quali la Chiesa si schiera praticamente da sempre, nonostante le (legittime) richieste da parte della comunità lgbt, ecco cosa sostiene il Pontefice: “La difesa dell’istituto del matrimonio come una realtà sociale è, in ultima istanza, una questione di giustizia, dal momento che implica salvaguardare il bene di tutta la comunità umana e, allo stesso tempo, i diritti dei genitori e dei figli”.

Insomma, niente di nuovo, come avrete potuto chiaramente capire! I matrimoni gay non sono e – se le cose continuano ad andare così – non saranno mai neanche lontanamente contemplati dalla Chiesa, ma a nostro avviso, il vero problema è che – perlomeno in Italia – neanche i nostri cari Politici sembrano intenzionati a legalizzarli! Voi cosa ne pensate?

335

Segui Gay Wave

Sab 10/03/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Positrone 14 marzo 2012 13:30

Il Papa ha espresso la posizione che la Chiesa ha, sostanzialmente, dalla sua fondazione. State pur certi che fra 2000 anni dirà ancora la stessa cosa. In parte peraltro non ha nemmeno torto. La parificazione tra istituti diversi non è detto che sia la soluzione a problemi (quelli si legittimi) della comunità lgbt.
L’idea stessa che il matrimonio sia un’istituto basato sull’amore è concettualmente errato. Il matrimonio per un cattolico è un progetto in cui l’amore fa da collante ma non è l’unico elemento ne in assoluto il più importante. Lo Stato (in Italia è etico) garantisce il matrimonio per questioni sociali passive ma anche attive di allargamento della società.
Nella vita bisogna anche ogni tanto essere coerenti. E’ vero che chi non cambia mai idea è uno sciocco ma è anche vero che farlo continuamente o farlo contro ragione è anch’esso sciocco.

Rispondi Segnala abuso
Seguici